Sviluppo & Risorse U.

Sviluppo e Marketing aziendale

Sviluppo aziendale – Marketing avanzato

I rapidi cambiamenti del mercato, le continue evoluzioni del consumatore/utilizzatore, la velocità con cui i cicli di vita dei prodotti si esauriscono impongono all’impresa una capacità innovativa rapida di sviluppo continua su più fronti , certamente anche su quello comunicazionale.
In aggiunta il fenomeno della globalizzazione ha generato un flusso di informazioni sempre maggiore e soprattutto sempre più veloci che ci sovrasta quotidianamente.

Questa sorta di ‘tsunami informativo’ ci provoca un certo disorientamento e dipanare questo groviglio di dati diventa sempre più complesso.
Oggi allora, la capacità principale risiede nell’abilità di saper selezionare le informazioni utili, di saper “fare filtro” nell’oceano dei dati.


Un’altra abilità che bisogna sempre più affinare è quella di saper “colpire l’attenzione” degli utenti, e questo lo si vede soprattutto sul web dove i cosiddetti tempi di latenza si riducono al minimo.

Infatti siamo passati dall’ era dell’informazione all’era dell’ “attenzione”.
Il mercato richiede dinamiche oltre che di sviluppo anche di comunicazione sempre più veloci, immediate.
La tecnologia e l’evoluzione dei nuovi utenti digitali sta mandando in crisi sempre più i sistemi di comunicazione e marketing tradizionali.

Ma dobbiamo pensare e comprendere che questa che stiamo attraversando non e’ la solita crisi ciclica, ma è un vero cambiamento epocale ed è ormai sotto gli occhi di tutti.

1.1  Comunicazione e globalizzazione

Sviluppo aziendale-globalizzazione

Sviluppo aziendale-Fenomeno globalizzazione

La globalizzazione e’ un fenomeno che non solo ha rivoluzionato la nostra comunicazione, ma ha influito ed influirà sempre più sui processi produttivi e di sviluppo delle nostre aziende.
Ma comprendiamo meglio quali sono le cause di ciò che sta accadendo.
Da oltre20 anni il mondo è cambiato. I mercati erano bloccati dal blocco est-ovest (muro di Berlino), di conseguenza il nostro commercio era prevalentemente limitato ad Europa ed Usa. Da un punto di vista invece geo-politico, la guerra fredda Est-Ovest teneva in qualche modo “congelati” quelli che diventeranno gli attuali mercati emergenti.
Quindi possiamo dire che con la caduta del muro di Berlino, il mondo “si allarga”… avvia una fase di “sviluppo geografico”.

Il modello del capitalismo a questo punto si espande in tutto il mondo.
Avviene il fenomeno cosiddetto della globalizzazione.
Ma quali effetti abbia provocato tale fenomeno ce ne stiamo sempre più accorgendo adesso, e questa crisi che non ha precedenti ne è essa stessa figlia.

Questa globalizzazione non è da intendere soltanto come una globalizzazione dei mercati. Essa deve essere considerata in un contesto in cui, l’evolversi di una sempre più moderna tecnologia, ha pressoché annullato le distanze geografiche ed al tempo stesso ha velocizzato ai massimi livelli i processi comunicativi.

1.1  Azienda, sviluppo e competitività

Sviluppo - Piu' dati Azienda

Sviluppo Azienda-piu’ informazioni da elaborare x la Competitività-aziende

Ecco che sovrastata da questa mole d’informazioni l’azienda, per il suo sviluppo, ha sempre più bisogno di analisi complesse dei dati e di maggiori competenze.
Quindi oggi nel mondo globalizzato, la vera sfida si gioca su tre fattori fondamentali tra loro interconnessi:

– innovazione,
– ricerca,
– (sviluppo) competitività

La competitività delle aziende oggi si basa fondamentalmente sul tema dell’innovazione e della crescita delle proprie risorse umane, per generare sviluppo.
Oggi le PMI che riescono a stare sui mercati esteri (e che stanno reggendo il nostro  paese) riescono a starci perché sono imprese che producono innovazione, che contengono nuove conoscenze. E più si starà sulla frontiera dell’innovazione più si avrà successo nel tempo (più ci sarà sviluppo).
Ma con l’avvento dell’informatica e con la globalizzazione del sistema la competitività diventa solo una competitività globale e quindi la ricerca diventa essenziale per poter competere nel mondo.

In un mercato globale la nuova competizione si basa sulla capacità di riempire di conoscenza i prodotti che si vende e quindi sarà necessario per le PMI che ci sia uno stretto legame tra il mondo che produce conoscenza ed il mondo che deve usare tale conoscenza per la competizione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>